Oggi le immagini mozzafiato del mondo visto dall’alto sono ovunque, ma un tempo l’uomo poteva soltanto immaginare quale fosse il punto di vista degli uccelli…
Se non avete ancora letto il nostro articolo sulle origini della fotografia aerea, è arrivato il momento di farlo.

In questo articolo parleremo invece di come la fotografia aerea abbia cambiato la Fotografia intesa come arte e non soltanto come tecnica (aerofotogrammetria) giunta in aiuto alla cartografia o alle strategie militari, ragioni per cui tale pratica iniziò a diffondersi ai suoi albori.

L’avvento dei droni ha senz’altro offerto alla fotografia d’autore una nuova infinita serie di possibilità di espressione, cambiando la prospettiva sui paesaggi e raggiungendo luoghi inesplorati. A supporto di questa tesi, basti osservare l’evoluzione dei più prestigiosi premi internazionali per la fotografia.

Fin dal 1955 il World Press Photo premia le immagini di attualità più forti e rappresentative scattate durante l’anno corrente. Punto di riferimento per il fotogiornalismo mondiale, il “WPP” è noto per l’approccio accademico e tradizionalista, volto a conservare i fondamenti di un’arte costantemente minacciata dall’innovazione tecnologica.

Ma la tecnologia, nelle giuste mani, è un’opportunità anche per l’arte. Basti guardare quante fotografie “dall’alto” abbiano conquistato le classifiche del Premio negli ultimi anni. Nel 2015 grazie all’uso sapiente del drone, Tomas van Houtryve vince il secondo premio per la categoria “Contemporary Issues”, mentre Massimo Sestini immortala un barcone colmo di migranti a largo delle coste libiche arrivando secondo nella categoria “Scatti Singoli”. Ancora nel 2018 Luca Locatelli si aggiudica il secondo posto nella categoria “Environment, Storie” con il progetto Hunger Solutions, che vede il suo drone abilmente impegnato a volare nelle immense serre della Food Valley nei Paesi Bassi.

Alla fotografia aerea, di recente, sono stati perfino dedicati concorsi specifici, come i Drone Awards, che dal 2018 raccolgono, giudicano e premiano le immagini aeree delle seguenti categorie: Drone Photo of the Year, Abstract, Wildlife, Nature, People, Sport e Urban.

Da veri appassionati d’arte, non possiamo dimenticare le fotografie aeree dell’artista Edward Burtynsky. Il fotografo canadese è tra i più importanti narratori contemporanei dell’impatto del cambiamento industriale sull’ambiente. Burtynsky è noto per i suoi paesaggi spettacolari in largo formato scattati da una prospettiva aerea: fiumi, laghi e deserti si trasformano nel suo obiettivo in disegni perfetti dai colori brillanti.