L’Italia è un Paese straordinario. Venezia, unica al mondo con la laguna e le sue gondole, Firenze, patria delle arti per eccellenza, il Sud, con il mare cristallino e il cielo sempre azzurro, le isole…

E poi c’è Bologna! Il capoluogo dell’Emilia-Romagna è un concentrato assoluto di tutto ciò che di buono, sincero e allegramente epicureo fa parte del Bel Paese.

Scegliete Bologna come tappa del vostro prossimo viaggio attraverso l’Italia e affidatevi ai nostri consigli leggendo Alternative Guide. Abbiamo creato una raccolta di percorsi pensati per chi ama vivere i luoghi nella loro essenza più vera al di fuori dei percorsi tracciati dalle guide tradizionali pur senza perdere i “must” di ogni città.

In questo articolo abbiamo pensato di proporvi una panoramica, o meglio

…una classifica dei luoghi da non perdere a Bologna:

  • Tamburini – antica salsamenteria bolognese. È lo storico negozio di gastronomia della città, in cui i tortellini sono la punta di diamante dal 1932. Nel bel mezzo della zona un tempo adibita a mercato, il negozio è oggi circondato da bistrot, enoteche e caffè trendy, ma conserva il suo fascino retrò.
Tamburini – Antica Salsamenteria Bolognese
  • L’Inde le Palais. Più che negozio è un tempio dello stile, con vetrine sfarzose e brand di lusso. Il contesto è più che suggestivo: la zona medievale della città fa da cornice alla Mecca delle fashion victim della città.
  • Museo Internazionale e Biblioteca della Musica. Il museo è ospitato all’interno dello splendido Palazzo Sanguinetti e celebra il legame di Bologna con la musica. Per veri appassionati o per curiosi, vale una visita per perdersi tra ritratti, strumenti rarissimi e spartiti dei più grandi compositori di tutti i tempi: Vivaldi, Bach, Mozart, Farinelli…
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica
  • Museo del flipper. Questo museo è una vera e propria “chicca”, nonché un modo per avventurarsi in uno dei quartieri più vibranti della città, la Bolognina. Con oltre 400 tavoli vintage restaurati e perfettamente conservati e una collezione di videogiochi da bar, qui potrete tornare adolescenti per qualche ora!
  • Da Gino. Dimenticate barbe e baffi da hipster e fatevi rimettere in sesto da questo barbiere storico dal 1944, con sede in una delle piazze più belle di Bologna. Poco lontano dalle torri degli Asinelli e Garisenda, troverete Piazza Santo Stefano, detta piazza delle Sette Chiese, data la particolare conformazione della Basilica che vi sorge.
  • Parco dei Gessi e dei Calanchi dell’Abbadessa. Si trova poco fuori città e vale davvero qualche ora del vostro soggiorno. Tra torrenti, grotte e scenari lunari, questo parco sulle colline bolognesi organizza visite per speleologi, escursionisti e amanti delle passeggiate. Da non perdere in primavera!

Bologna è tutto questo e molto, molto altro. Provare per credere: Alternative Guide – Bologna.