Ti abbiamo già dato diversi buoni motivi per visitare Aarhus, ma abbiamo volutamente lasciato in sospeso un punto fondamentale.

Aarhus, seconda città della Danimarca e piccolo gioiello della penisola dello Jutland, non vale un viaggio solo per ciò che offre nei suoi 91 km², ma anche per i suoi sensazionali dintorni.

La posizione geografica della “più piccola grande città del mondo” offre agli escursionisti l’imbarazzo della scelta, dalle spiagge incontaminate alle vaste pianure costellate di boschi e di tesori dei Vichinghi.

Ecco 3 escursioni con partenza da Aarhus da non perdere:

  • I grandi laghi. Con oltre 50 laghi e un’area forestale che si estende per oltre 224 km², Silkeborg Søhøjlandet è la più grande area naturale della Danimarca. E non solo: qui potrete visitare le rovine di un castello del 1385, musei di storia come il Bunkermuseum e di archeologia per tutti i gusti, la diga del Re Knap risalente all’Età del Ferro e l’Uomo di Tollund, mummia risalente al IV secolo a.C.
  • Le spiagge. Se decidete di visitare Aarhus, non dimenticate di programmare una gita verso le magnifiche spiagge a due passi dalla città. Tra aprile e ottobre è anche possibile vedere il rinomato Infinite Bridge (il Ponte Infinito) installato per i visitatori secondo il progetto originale degli architetti Niels Povlsgaard e Johan Gjødes.
  • I parchi nazionali. Per visitare il Mols Bjerge National Park è necessario svegliarsi di buonora e prendere un bus (poco più di 2 ore) oppure un’auto (40 minuti), ma ne varrà senz’altro la pena. Il paesaggio fatto di colline, buche ghiacciate e paesaggi mozzafiato scolpiti nei millenni dalle lingue di ghiaccio, ospita alcuni resti di dolmen risalenti all’Età della Pietra Nordica e il Castello di Kalø, costruito da Re Erik VI nel 1313.

Vi consigliamo di installare Komoot sul vostro smartphone prima della partenza. Ecco tutti gli itinerari per godere al massimo delle bellezze sparse nei dintorni di Aarhus: https://www.komoot.it/guide/9079/escursioni-e-trekking-a-aarhus

Buon viaggio!