Se viaggiate spesso per lavoro, probabilmente non abbiamo nulla da insegnarvi.

Se invece siete appena entrati nella squadra #BusinessTraveller, abbiamo alcune dritte per voi e per i vostri colleghi.

Partiamo subito:

  • COMODITÀ: formali, eleganti e in linea con il dress code che più si addice al vostro impegno di lavoro, è chiaro… Ma attenzione alle scarpe! Portatevene sempre via due paia, di cui almeno uno comodo e pratico per le lunghe camminate in fiera, per la visita guidata che i clienti stranieri hanno organizzato per voi o per concedervi qualche meritata ora di svago dopo il lavoro.
  • CHECKLIST: è vero, ormai tutto ciò che manca si può comprare, ma se dimenticate qualcosa ad ogni volo la situazione può diventare parecchio dispendiosa. Organizzatevi con una check list che sarà la base fissa del vostro bagaglio e le cose diventeranno istantaneamente più semplici.
  • HOTEL: ci sono due tipologie di viaggiatori business: quelli che prenotano l’hotel vicino alla fiera o alla sede di lavoro e quelli che prenotano in centro. Se non vedete la differenza, fate parte della prima tipologia. Ok lavorare, ma davvero non volete visitare nulla?

  • LA LINGUA: dato per scontato l’inglese, imparare alcune parole nella lingua locale è sempre buona norma. Bastano un ‘buongiorno’ o un ‘grazie’ per farsi apprezzare dagli assistenti di volo, dal tassista o dal signore che vi cederà la sua copia del quotidiano al bar.
  • MEZZI PUBBLICI: la comodità del taxi è innegabile, ma se viaggiate per lavoro probabilmente avrete necessità anche di capire a fondo il luogo in cui vi trovate. Quindi abbandonate il taxi e lanciatevi nei mezzi pubblici, quando possibile: vivete come un local, vi sentirete subito al posto giusto!
  • ROAMING E DINTORNI: oggi, senza mappe, dati, messaggistica istantanea e mail siamo tagliati fuori dal mondo, specialmente durante un viaggio di lavoro. Ultimamente le compagnie telefoniche hanno abolito gli ingenti costi legati al roaming internazionale nei paesi europei. Evitate spiacevoli sorprese e contattate la vostra compagnia telefonica prima di partire per conoscere le condizioni previste dal vostro gestore nel paese in cui vi troverete.

Articoli correlati