Ci guardano con gli occhioni tristi ogni volta che tiriamo fuori la valigia. L’idea di lasciarli con qualcuno che non conosce le loro abitudini è straziante. Amici, parenti, vicini di casa si sono dati malati. Non resta che portarli con noi. No, non i figli, stiamo ovviamente parlando dei nostri amici a quattro zampe.

Viaggiare con gli animali può sembrare una scelta complicata, ma seguire qualche utile regola per la loro sicurezza e per quella delle persone che ci circondano può rendere l’impresa più agevole e, perché no, divertente. Ovviamente scegliendo una compagnia aerea che lo consenta…

PESO: per capire quale sia la soluzione più adeguata per trasportare il nostro cane, gatto (e perfino coniglio o lepre!) bisogna conoscerne il peso esatto comprensivo di gabbietta o trasportino. Al di sotto degli 8 kg complessivi, prenotando con anticipo, sarà possibile farli viaggiare con noi in cabina!

CARTE IN REGOLA: per evitare spiacevoli sorprese è necessario informarsi sui documenti necessari per far volare il proprio animale. Il passaporto, che attesta vaccinazioni e presenza di microchip o tatuaggio si può richiedere direttamente al veterinario, è fondamentale. Le regole sulle certificazioni relative ai vaccini variano però in ogni paese: per evitare che gli animali vengano sottoposti a quarantena preventiva è bene prepararsi con anticipo.

CLIMA: mare, montagna, città? I piccoli amici non hanno modo di dirci se sentono caldo o freddo, quindi è bene rivolgersi al proprio veterinario quando le condizioni climatiche a destinazione sono molto diverse da quelle ad origine.

dog_luggage_airdolomiti
IL PIANO B: una volta in vacanza, potreste facilmente capitare in luoghi aperti al pubblico (ristoranti, musei, teatri) che non accettano animali all’interno. Se non vi siete informati prima di partire, sarà bene avere un’alternativa: percorsi all’aperto, parchi, centri commerciali e spiagge libere saranno senz’altro pronti ad accoglierli!

P.S.: Le regole cambiano nel caso in cui si tratti di cani guida per persone non vedenti, non udenti o che necessitano di assistenza.

Articoli correlati